Donnons la parole à nos élèves !

                 

         Il mio primo incontro con la lingua italiana era quando, tre anni fa, seduta in macchina per andare in vacanza in Toscana, ho sentito la canzone ‘‘Gelato al limon’’ di Paolo Conte. Trovo che sia la più bella lingua del mondo! è come cantare! Visto che, ogni anno vado in Italia d’estate, mi piace molto potere parlare con la gente che è sempre gentile e aperta. Il paese mi piace molto. è stata un’ottima decisione scegliere l’italiano in 3ième, perché adesso riesco anche a capire le parole di Paolo Conte!

Melina Theisen, 1A, 2009-10

 

         Non ho mai rimpianto di aver scelto l’italiano! Oltre a lezioni grammaticali, abbiamo ricevuto una varietà d’informazioni sulle tradizioni, la cucina e la vita quotidiana degli italiani. La lettura del romanzo “Seta” di Alessandro Baricco è stato un vero arricchimento. Anche le nostre discussioni sul film “La vita è bella” di Roberto Benigni erano molto interessanti. In breve, l’italiano è da consigliare!

Claudine Bley, 1A, 2009-10

 

         Settembre 2007: è con una certa delusione che ricevo la notizia che la mia scelta di una quarta lingua dovrà proprio limitarsi a una lingua 'viva', e non al greco anziano, idioma 'morto' che volevo studiare anche come materia principale. Nel dilemma di decidermi tra l'italiano e lo spagnolo, ho finalmente scelto l'italiano, lingua che consideravo allora come un latino “maccheronico” modernizzato! Che scelta! Una scelta di cui oggi non mi pento per nulla! Pian piano imparando a conoscerla, a capirla, questa lingua ha cominciato ad incantarmi - soprattutto la sua melodia tutta intrinseca - per divenire una delle mie materie preferite! Un consiglio per i latinisti: optare per l'italiano come quarta lingua o lingua in opzione si rivelerà un’ottima decisione, visto la stessa etimologia delle parole! E chiaro che non si impara la lingua italiana in qualche settimana, ma dopo un certo tempo - magari un anno - si può andare in Italia e farsi capire senza problema in italiano. Non mi pento affatto di avere scelto questo bellissimo idioma!

Frederic Barbosa, 1A, 2009-10

 

         Avevo scelto l'italiano e non lo spagnolo perché mi sembrava una lingua più bella e melodiosa, ma anche perché sono stata più volte in Italia e questi soggiorni mi sono piaciuti un sacco! Anche se è un corso di lingua, si imparano non solo la grammatica ma pure tante cose sulla gente italiana, per esempio le loro abitudini quotidiane e come trascorrono le feste tradizionali. Ascoltiamo anche musica italiana o guardiamo film (come “La vita è bella”). Così si impara più facilmente. Aiuta pure che la professoressa ci parla sempre in italiano. Leggiamo anche testi di attualità e dopo discutiamo, sempre in italiano. Come l'italiano è vicino al francese, si impara piuttosto velocemente e già dopo tre anni di studi, la maggioranza degli studenti parla bene l'italiano. Finalmente penso di aver fatto la scelta giusta perché mi ha portato belle esperienze. Anche se probabilmente non proseguirò i miei studi in italiano, mi servirà almeno quando vado in vacanza in Italia o per parlare con amici italiani. Sarà anche interessante guardare più film italiani o leggere libri non troppo difficili a volte, il che farò probabilmente nel futuro, dopo l’esame!

Laura Bechthold, 1A, 2009-10

 

         Lo studio dell’italiano a scuola mi piace veramente molto. Anche gli altri studenti della mia classe sono simpatici e motivati. è una bella esperienza ritrovarsi con studenti di tre licei diversi durante le lezioni d’italiano. La sezione letteraria mi ha permesso – specialmente in italiano – di scoprire nuove culture e di aprirmi il mondo della poesia, della filosofia e della storia: un mondo che sembra fatto per me!

Alix Kayser, 2A, 2009-10

 

         J’ai choisi l’italien parce que j’apprécie la culture, l’art, l’architecture ainsi que l’histoire du pays de Michel-Ange. De plus, j’ai visité les plus belles villes en Toscane et en Ombrie, notamment Florence, Sienne, Pise, Assise, Gubbio et Orvieto. La langue en soi m’a enchanté dès les premières minutes passées en Italie. J’espère pouvoir bientôt lire les grandes œuvres de Puccini et de Dante.

Bob Dieschburg, 3A, 2009-10

 

         J’ai choisi l’italien car je fais du chant, surtout de la musique classique. Et j’ai du mal à chanter avec des émotions si je ne comprends pas la langue! L’italien est incontournable dans le domaine de la musique.

Marielle Kaufmann, 3A, 2009-10

 

         Trovo che l’italiano sia una delle più belle lingue del mondo, e anche il paese, la gente e la cultura mi piacciono molto. In futuro, vorrei studiare un anno in Italia.

Cynthia Sunnen, 1D, OITAL, 2009-10

 

         Io ho scelto l’opzione italiano perché il mio fidanzato è italiano e lui parla solo l’italiano e il francese. Ora il mio fidanzato è fiero di me quando mi porta dalla sua famiglia! Oggi posso dire che l’italiano ha cambiato la mia vita quotidiana!

Lynn Mais, 1E, OITAL, 2009-10

 

         Dopo l’esame di maturità, voglio continuare con l’italiano. Voglio fare la maestra di scuola elementare e penso che sia un vantaggio parlare più lingue.

Lisa Bosa, 1G, OITAL, 2009-10

 

         Quando ero piccolo, nel 1999, ho cantato per “Lo Zecchino d’Oro” a Bologna e da quel giorno ho voluto studiare l’italiano! è una lingua molto bella e non rimpiango la mia scelta!

Ted Koob, 1F, OITAL, 2009-10

 

         Un lato positivo del corso è che possiamo raccontare tutto ciò che vogliamo, a condizione di farlo in italiano! è peccato che il corso sia solo una volta alla settimana!

Felicitas Berodt, 1D, OITAL, 2009-10

 

         Amo l’atmosfera intima della classe, ma secondo me l’opzione italiano è più esigente e impegnativa delle altre opzioni! Mi piacciono la cultura e le tradizioni italiane. Per la mia vita professionale futura è vantaggioso conoscere una quinta lingua!

Sophie Schannes, 2D, OITAL, 2009-10

 

Io ho scelto l’opzione italiano perché, un giorno, voglio potere parlare con mio nonno che viene dall’Italia. Di più, non facciamo solo grammatica. Per esempio, abbiamo “studiato” i gesti degli italiani!

Sascha Fiorino, 3F, OITAL, 2009-10

 

Ho scelto l’italiano perché è una lingua melodiosa. Inoltre, sono italiana e voglio studiare la mia lingua materna.

Lyvia Marchetti, 3E, OITAL, 2009-10

 

L’italiano è la più bella lingua del mondo! è melodioso e voglio bene all’Italia. Certo, preferisco parlare che studiare grammatica, e mi piace molto il corso.

Sophie Neubauer, 3D, OITAL, 2009-10